Prodotti 100% naturali

Prodotti 100% naturali

Prodotti 100% naturali

I nostri prodotti 100% naturali sono il frutto dell’esperienza contadina e il risultato aggiornato degli antichi metodi di lavorazione e conservazione.
L’ottima qualità delle nostre materie prime è data da 4 principali punti di forza.

PRODUZIONE DA AGRICOLTURA BIOSOSTENIBILE PRODUZIONE DA AGRICOLTURA BIOSOSTENIBILE

Il sistema produttivo è adoperato in sintonia con l’ambiente e le esigenze dell’uomo. Si evita di depredare le risorse naturali, in particolare i suoli, l’acqua e l’aria garantendo la salute dei consumatori, degli operatori, dell’ambiente in generale.

I nostri prodotti vengono ottenuti, quindi, dall’applicazione di metodi produttivi che escludono l’utilizzo di sostanze chimiche artificiali e di organismi geneticamente modificati in tutti i momenti della produzione: dalla fase di coltivazione, alla trasformazione, alla conservazione fino al confezionamento e la distribuzione.

I prodotti vegetali vengono coltivati utilizzando solo sostanze di origine naturale e organica; l’esclusione di qualsiasi tipo di diserbante chimico.
I prodotti di origine animale provengono da allevamenti che prevedono spazi all’aperto senza l’alimentazione forzata degli animali che viene sempre fatta con alimenti provenienti da produzioni biosostenibili; sono vietati gli stimolanti chimici per la crescita e le cure con antibiotici e medicinali classici ma si impiegano prodotti naturali e omeopatici.

ASSENZA DI ORGANISMI GENETICAMENTE MODIFICATI ASSENZA DI ORGANISMI GENETICAMENTE MODIFICATI

Diciamo NO agli OGM perché riteniamo che le colture OGM siano una minaccia per l’agricoltura e per l’alimentazione. Come mostrano le ricerche, nel momento in cui piante transgeniche vengono immesse in natura esistono rischi concreti di selezione di erbe infestanti e insetti più resistenti, che non si è in grado di contenere; si riduce la biodiversità, è elevata la possibilità di contaminazione di campi vicini, ma anche dei centri di stoccaggio e logistica.

A nostro avviso l’impiego di Organismi Geneticamente Modificati non è un supporto alla maggiore produzione di alimenti e non può essere considerato come una soluzione al problema della fame nel mondo. Per sostenere l’agricoltura e l’economia anche dei Paesi del Sud del Mondo è necessario un sistema di produzione flessibile e adatto alle loro condizioni, nel pieno rispetto della natura, dell’ambiente e dell’uomo.

Gli organismi transgenici, detti “Organismi Geneticamente Modificati”, non presenti in natura, sono il risultato dell’”inserimento” di geni di una specie nel DNA di un’altra: geni animali in batteri e piante o viceversa. Tuttavia il DNA estraneo si integra senza alcun controllo nell’organismo che si vuole modificare, ciò significa che non si sa cosa si produce e se possono verificarsi eventi inattesi.

Esistono inoltre rischi per la salute deducibili da prove di laboratorio o da ragionevoli conseguenze dell’inserimento dei geni estranei. Oltre ad allergie ed intolleranze alimentari, vi è il rischio di consumo dei derivati dei diserbanti impiegati in tali coltivazioni, anche in un periodo più vicino al raccolto.

ASSENZA DI GRASSI IDROGENATI ASSENZA DI GRASSI IDROGENATI

I grassi idrogenati si formano in seguito a un processo chimico (l’idrogenazione) largamente impiegato nell’industria alimentare, perché permette di aumentare la stabilità dei grassi e la loro possibilità di utilizzo nei prodotti finiti.

Secondo alcuni studi il processo di idrogenazione potrebbe avere conseguenze molto dannose per la nostra salute, con particolari ripercussioni sul sistema cardiocircolatorio, aumentando col tempo il rischio cardiaco.

SENZA GLUTINE* SENZA GLUTINE*

I prodotti adatti al consumo dei celiaci vengono comunemente definiti “senza glutine”.
I nostri prodotti garantiscono un contenuto di glutine pari a non più di 20ppm (parti per milione o mg/kg).

Infatti le attuali conoscenze scientifiche, stabiliscono che il celiaco possa consumare prodotti il cui contenuto di glutine non superi 20ppm. Per ottenere questa garanzia non è sufficiente utilizzare materie prime naturalmente prive di glutine, ma è necessario anche che il prodotto non subisca contaminazioni con il glutine durante tutte la fasi del processo produttivo, dalla lavorazione al confezionamento.

* escluse farine e derivati (ad es. pane, friselle, pasta ecc.).

Comments are closed.

Sidebar